condividi l'articolo su:
foto dell'edizione 2018, messa in scena al teatro Ghione in Roma (fotografie Valerio
Faccini)
In senso orario: sig.ina Coriandoli (alias Maurizio Ferrini), i presentatori Christos e
Dario Gay; l'art director Luciano Tallarini ed il direttore di "Raro Più" Fernando
Fratarcangeli. Alcuni segmenti del monologo di Maurizio Ferrini e
dell'esibizione di Cinzia Tedesco, insieme ai performers di teatro/circo
Materiaviva. Aida Cooper insieme a Materiaviva, con un loro segmento
dedicato sul pezzo "S.O.S. Verso il blu". L'introduzione al
successivo ospite a cura di Christos, nella lettura del romanzo
"Se ricordi il mio nome" di Carla Vistarini (stessa autrice del
brano precedente) ed intervista. Il monologo di Dario Gay
scritto da Entrico Ruggeri, e la sua esibizione nel
pezzo: "l'amore è il mio orizzonte". Finale di cover di
Mia Martini, interpretato in un medley dai
concorrenti (da sx Edy Paolini, Sarah Biacchi,
Patricia Danielle Scriva, Adolfo Durante,
Angelita Puliafito e Luna
Aiello)
foto dell'edizione 2018, messa in scena al teatro Ghione in Roma (fotografie Valerio Faccini)
In senso orario: sig.ina Coriandoli (alias Maurizio Ferrini), i presentatori Christos e Dario Gay; l'art director Luciano Tallarini ed il direttore di "Raro Più" Fernando Fratarcangeli. Alcuni segmenti del monologo di Maurizio Ferrini e dell'esibizione di Cinzia Tedesco, insieme ai performers di teatro/circo Materiaviva. Aida Cooper insieme a Materiaviva, con un loro segmento dedicato sul pezzo "S.O.S. Verso il blu". L'introduzione al successivo ospite a cura di Christos, nella lettura del romanzo "Se ricordi il mio nome" di Carla Vistarini (stessa autrice del brano precedente) ed intervista. Il monologo di Dario Gay scritto da Entrico Ruggeri, e la sua esibizione nel pezzo: "l'amore è il mio orizzonte". Finale di cover di Mia Martini, interpretato in un medley dai concorrenti (da sx Edy Paolini, Sarah Biacchi, Patricia Danielle Scriva, Adolfo Durante, Angelita Puliafito e Luna Aiello).
Ritorna il 29 aprile 2019 presso lo storico teatro Ghione in  Roma, il concorso/spettacolo più originale dedicato a Mia Martini (fonte "Raro Più" n.d.r.) giunto alla III edizione!



“Il ritorno di Mia Martini”, perché?
Per rispondere a questa domanda, abbiamo la necessità di fare qualche passo indietro… esattamente a quando si è iniziato a pensare ad un contesto di crescita finalizzato a  nuovi interpreti e band.
Venni invitato qualche anno fa, a presenziare un concorso canoro in provincia di Latina. Dall’esperienza maturata come “concorrente”, venni attratto dall’osservare come presidente di giuria questi interpreti; come si relazionavano con i tecnici, la loro percezione di uno spazio, il palco che - seppur apparentemente simile ad altri - non è mai lo stesso.
L’esperienza mi entusiasmò talmente, che tra me e me mi ripromisi di creare un “contenitore” - anzi, di più - un pensiero, nel quale consegnare degli strumenti di crescita e consapevolezza a chi ha il desiderio di calcare un palco in maniera professionale.

Il riferimento immediato, fu Mia Martini.
Amo moltissimo il suo repertorio, la sua curiosità e sperimentazione.
La ricerca di suoni e testi, anche pagando in termini economici delle nette scelte nei confronti di etichette discografiche.
Il punto però, non era tanto “far cantare le canzoni di Mia Martini”, ma qualcosa che potesse contenere un elemento prezioso, spesso poco considerato da molti: la percezione di un proprio colore. Spessore.
Molto spesso, molti interpreti - per inesperienza o forse pigrizia - non riescono ad acquisire quell’occhio esterno, capace di fare un’onesta differenziazione tra “un pezzo che piace” e “quello più compatibile”, rispettando così quel preciso momento che per ogni artista che si voglia considerare tale, è semplicemente un punto inciso su un ipotetico ed  eleggibile arco creativo. Storico.
“Nanneò” quindi, non può semplicemente considerarsi un concorso canoro.
Non è un contenitore dove ad esempio degli ospiti si alternano senza un pensiero alle loro spalle.
“Nanneò” è un progetto, che vuole combinare la parte concorsuale (dove ai ragazzi verrà assegnato un brano dal cosiddetto “repertorio minore” più adatto al proprio spessore), ad un'altra sezione con un linguaggio molto vicino al teatro canzone.
Una sorta di “forma pensiero”, nel quale ognuno avrà intessuto il proprio spazio dedicato.
Per questo, il sottotitolo vuole evidenziare non un “evento funebre”, il distacco,  ma una presenza costante della nostra protagonista, con i suoi colori, profumi e peso specifico.
Partendo già dal nome, che vuole riprendere il titolo di una canzone del suo repertorio, altamente innovativa e sperimentale per l’epoca.

Nanneò è una festa!
È come se Mimì, tornasse sul palco, accanto a giovani talenti ed altri suoi amici, compagni di viaggio ed ammiratori.
È come voler dire, tutti insieme: “bentornata Mimì!”
È un progetto che senza la condivisione, la cura e l’affetto di altri artisti, non potrebbe essere oggi possibile.
Grazie di cuore.

(Christos)


BAND:
Emiliano Begni- direzione musicale e pianoforte
Toto Giornelli - basso
Stefano Profazi- chitarra
Alessandro "Duccio" Luccioli- batteria
--------------------------------------------------------------------------------
Mia Martini è stata fotografata da Guido Harari
Il premio «Nanneò» è realizzato dal ceramista Ricardo Macias
spettacolo condotto da:
DARIO GAY
& ALESSANDRA DI SANZO
FOTOGRAFIE - per Dario Gay: Danilo Pacifici  / per Alessandra Di Sanzo: Mauro Trabalza
sceneggiatura e regia:CHRISTOS
alcuni ospiti alla serata:
la cantautrice Barbara Eramo, vicitrice (insieme a Stefano Passavanti) del "Premio Mia Martini 1998" al Festival di Sanremo. Suoi progetti quali "Emily" ed "In Trasparenza", accompagnata al pianoforte da Alessandro Gwis. Christos, cantautore e performer romano.
Cinzia Tedesco, interprete jazz e presidente di giuria; tra i progetti, "Verdi's Mood".
Le amiche di Mimì: la pop star Viola Valentino.e l'interprete Stefania Lafauci.

I fantastici e pluripremiati Mariachi Romatitlan, come esempio di internazionalità del repertorio di Mia Martini.
I performer di teatro circo Materiaviva e Medusa, tra i partecipanti più brillanti della scorsa edizione di Nanneò, oggi "targata Start".
CINZIA TEDESCO - Nanneo2019-Mia Martini
CINZIA TEDESCO - Nanneo2019-Mia Martini
VIOLA VALENTINO - Nanneo2019-Mia Martini
VIOLA VALENTINO - Nanneo2019-Mia Martini
BARBARA ERAMO - Nanneo2019-Mia Martini
BARBARA ERAMO - Nanneo2019-Mia Martini
MATERIAVIVA - Nanneo2019-Mia Martini
MATERIAVIVA - Nanneo2019-Mia Martini
MEDUSA - Nanneo2019-Mia Martini
MEDUSA - Nanneo2019-Mia Martini
MARIACHI ROMATITLAN - Nanneo2019-Mia Martini
MARIACHI ROMATITLAN - Nanneo2019-Mia Martini
CHRISTOS - Nanneo2019-Mia Martini
CHRISTOS - Nanneo2019-Mia Martini
STEFANIA LAFAUCI - Nanneo2019-Mia Martini
STEFANIA LAFAUCI - Nanneo2019-Mia Martini
Menu
GIULIO CURATOLO
giovane cantautore, è stato scelto per la sua sensibilità e densità.
Il pezzo che è stato scelto per amplificare questo suo colore è: "Ritratti della mia incoscienza"
ANNALISA LOSA
Interprete che possiede una "quadratura" ideale a ritmi "presenti e sostenuti".
Il pezzo ideale per lei è: "Solo noi"
MANDY MARZARI
Dal profondo nord, una voce che ha un retrogusto zuccherino, tendente al groove.
Il pezzo scelto per lei è: "Tu uomo io donna"
SCOPPIATI DIVERSAMENTE
Band romana, dalle tinte forti e sgargianti.
Il brano in grado di amplificare questi loro colori  è: "Guarirò guarirò"
In questa III edizione, Nanneò si aprirà anche al pubblico, desiderando poter includere il suo voto, sommandolo al giudizio degli ospiti della serata.

Infatti, "nella sua architettura", Nanneò sarà diviso in due parti da 40 minuti circa:
- PRIMO TEMPO, prettamente dedicato ai concorrenti, presentato da Dario Gay ed Alessandra Di Sanzo
- SECONDO TEMPO, anticipaizone di uno spettacolo che si terrà nello stesso tetaro Ghione tra l'autunno e l'inverno prossimi, con un linguaggio vicino al teatro canzone.

Nei 15 min. che divideranno i due tempi, sarà possibile lasciare il proprio gradimento per uno dei concorrenti.
MAHILA GRANDONI
Voce e personalità che ha a che fare con il senso del profumo.
Il brano scelto per lei, è: "Che vuoi che sia... se t'ho aspettato tanto"
•Ringraziamo gli sponsor:
RADIO RADIO / METRO / ROYAL TIME / RISTORANTE "I SAN PIETRINI" / CNB COMUNICATION / STOICO ATELIER / ANTOINE COIFFEUR / INNSIDEROME GUEST HOUSE / RICARDO MACIAS "PLASTIC CREATIVE" / START NOW! pubblicità / TOTO SOUND
•biglietti:
intero platea €22  /intero galleria € 16 /
ridotto unico € 12
La serata - supportata da Metro e Radio Radio, verrà presentata dal cantautore Dario Gay, e dall'attrice (tra i protagonisti di films quali: "Mery per sempre" e "Ragazzi fuori") Alessandra Di Sanzo.

Sarà divisa in due tempi: Concorsuale e Teatro Canzone.

La musica dal vivo diretta dal M° Emiliano Begni con  Toto Giornelli (basso), Stefano Profazi (chitarra) ed Alessandro Luccioli alla batteria, accompagnerà non soltanto i concorrenti (primo tempo), ma anche ospiti quali Viola Valentino,  Stefania Lafauci, Medusa, Christos, i performers di teatro circo Materiaviva.

In scena anche la jazz singer Cinzia Tedesco (fresca dai successi del suo cd e spettacolo "Verdi's Mood"; nuovamente presente a Nanneò nella veste di presidente di giuria) e Barbara Eramo ( suo anche il premio della critica "Mia Martini" a Sanremo 1998 con il brano "Senza Confini"), accompagnate dal M.° Alessandro Gwis. 
La serata vedrà anche la partecipazione dei pluripremiati Mariachi Romatitlan, e del noto creativo plastico messicano Ricardo Macias.

Nanneò sarà una festa piena di colori, musica, percezioni visive.
Nanneò vorrà sottolineare il "ritorno di Mia Martini" e non evidenziarne un distacco. Non la celebrazione di "un mito".
Sarà come dire "bentornata Mimì", dopo un lungo viaggio.
START EVENTS
p.iva: 13968561004
piazza di villa Carpegna, 58 - 00165 (RM)
tel: 06 6638302  /  348 6604501
mail: redazione@startevents.one
START EVENTS
p.iva: 13968561004
piazza di villa Carpegna, 58 - 00165 (RM)
tel: 06 6638302  /  348 6604501
mail: redazione@startevents.one